L’opera d’arte secondo Andrea Mecacci e Eike Schmidt

La filosofia e l’arte incantano il pubblico del Caffè de La Versiliana nell’incontro curato da Sophia

Marina di Pietrasanta. Il palco del Caffè de La Versiliana durante l’incontro

Stabilire cosa significhi l’opera d’arte oggi non è certo cosa semplice. Ma se il compito è affidato a un filosofo che si occupa di Estetica e a uno storico dell’arte che è anche il direttore di uno dei più importanti e prestigiosi musei del mondo, le cose prendono un’altra prospettiva e diventano meno difficili.

È nato proprio da questo presupposto Dalla filosofia all’arte: cosa significa l’opera d’arte oggi, l’incontro curato da Sophia per il Caffè de La Versiliana e di cui sono stati protagonisti il filosofo Andrea Mecacci, professore associato di Estetica presso l’Università di Firenze, e il Direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt, storico dell’arte e tra i massimi esperti e conoscitori di scultura europea del Rinascimento e del Barocco.

Un appuntamento speciale che il 4 agosto ha registrato il tutto esaurito nel più celebre salotto culturale italiano e ha coinvolto il pubblico in un suggestivo viaggio tra la filosofia, l’arte, il passato, il presente e un possibile futuro. Un viaggio in cui, oltre che guardare all’opera, è stato possibile comprendere meglio anche l’importante ruolo dei luoghi dell’arte, in particolar modo guardando all’ambito museale e al paradigma d’eccellenza degli Uffizi.

Da sinistra. Il filosofo Andrea Mecacci, il Direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt, il Direttore di Sophia Alessandro Montefameglio e il giornalista Massimiliano Montefameglio

Il pubblico durante l’incontro

Da Aristotele a Walter Benjamin passando per Baudelaire e Mahler, l’incontro ha certamente evidenziato che quello dell’opera d’arte continua a essere un terreno su cui è difficile muoversi, nel quale è difficile definire elementi e dinamiche, pieno di enigmaticità e di un’ambiguità che spesso appaiono come caratteristiche inscindibili dalla natura stessa dell’arte.

E oggi, per citare solo uno dei tanti passaggi dell’incontro, questo terreno sembra reso ancora più difficoltoso dai cambiamenti sociali che hanno portato, secondo Andrea Mecacci, a una contemporaneità fortemente estetizzata che rende molto problematica la collocazione dell’opera nel mondo attuale. Un mondo nel quale ci si aspetterebbe anche che la tecnologia digitale inducesse il pubblico a vivere l’opera dal salotto di casa, in forma virtuale attraverso il web, ma nel quale invece, spiega Eike Schmidt, l’opera d’arte non perde la propria aura e continua a esercitare un’irresistibile forza magnetica che spinge il pubblico a contemplare dal vivo la sua unicità e la sua dimensione misteriosa, proprio come in un atto di culto. Ma non solo. L’incontro, infatti, è stato anche una preziosa occasione per analizzare lo straordinario ruolo che l’arte ricopre tanto per l’uomo quanto per la società. Sia guardando a preziosi strumenti che, come l’Estetica, permettono di comprendere meglio la causa dello stupore e della meraviglia che ci pervadono ogni volta che osserviamo il Bacco di Caravaggio o che ascoltiamo l’Eroica di Beethoven (consentendo di decifrare noi stessi) sia guardando a luoghi che, come gli Uffizi, con un lavoro innovativo e spesso impensabile si rifiutano di essere meri “depositi di opere” e riescono a trasformarsi, oltre che in spazi da visitare, anche in spazi da vivere nelle forme più diverse della socialità, aprendosi ai tempi e alle generazioni del futuro.

A sinistra. Da sinistra. Il Direttore di Sophia Alessandro Montefameglio, il giornalista Massimiliano Montefameglio, il Presidente della Fondazione Versiliana Alfredo Benedetti, il Direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt e il filosofo Andrea Mecacci. Al centro. Da sinistra. Il Direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt, la Presidente dell’associazione Rossocarminio Franca Polizzano e il filosofo Andrea Mecacci. A sinistra. La Nascita di Venere di Botticelli, opera custodita agli Uffizi, nella locandina dell’incontro.

L’incontro Dalla filosofia all’arte: cosa significa l’opera d’arte oggi (disponibile in streaming a questo link e a fine articolo), è stato realizzato grazie alla collaborazione tra l’associazione Rossocarminio della Presidente Franca Polizzano e la Fondazione Versiliana del Presidente Alfredo Benedetti. L’evento, curato dal Direttore di Sophia Alessandro Montefameglio e dal giornalista Massimiliano Montefameglio, è stato coordinato dalla Responsabile della redazione degli Incontri al Caffè Stefania Bernacchia. La comunicazione, realizzata dall’Ufficio stampa della Versiliana, è stata curata Valentina Pierotti.