Sophia al Caffè de La Versiliana

Nuovo appuntamento con il festival, che curerà due incontri estivi nel salotto culturale più famoso d’Italia

Un nuovo prestigioso appuntamento si aggiunge al calendario di Sophia – la Filosofia in festa. Il festival, infatti, il 17 luglio e il 24 agosto 2020 curerà due incontri del Caffè de La Versiliana, lo storico salotto culturale d’Italia che ogni anno anima i pomeriggi versiliesi tra i pini del parco di Marina di Pietrasanta. L’iniziativa è stata resa nota nella conferenza stampa di presentazione della quarantunesima edizione del Festival La Versiliana tenutasi mercoledì 8 luglio alla presenza del sindaco di Pietrasanta Alberto Stefano Giovannetti e del presidente della Fondazione La Versiliana Alfredo Benedetti.

Il primo appuntamento curato da Sophia trarrà spunto dal ritorno di Gabriele D’Annunzio in Versiliana, simboleggiato dall’inaugurazione di un busto dedicato al Vate all’interno del parco. Il tema del primo incontro, infatti, sarà la figura dell’oltreuomo vista attraverso gli occhi della filosofia e della letteratura. Ospiti il filosofo Giuliano Campioni, specializzato in studi nietzscheani, e Raffaele Donnarumma, docente di Letteratura dell’Università di Pisa. L’incontro, dal titolo “Dalla filosofia alla letteratura: i figli dell’oltreuomo”, si terrà venerdì 17 luglio. Il secondo incontro affronterà un tema più che mai attuale: l’intelligenza artificiale. Protagonisti il filosofo Adriano Fabris, dell’Università di Pisa, e la fisica Maria Chiara Carrozza, anche lei dell’ateneo pisano, che dialogheranno confrontando la visione filosofica della coscienza e dell’anima con i passi da gigante con cui la tecnologia insegue il sogno atavico della macchina pensante. Il suggestivo incontro, dal titolo “Dalla filosofia alla robotica: l’uomo incontra l’intelligenza artificiale“, si terrà lunedì 24 agosto.

I due appuntamenti, nati dalla collaborazione tra l’associazione Rossocarminio e la Fondazione La Versiliana, saranno condotti dal direttore di Sophia Alessandro Montefameglio. Grazie ai loro protagonisti, gli incontri rappresenteranno certamente  una preziosa occasione di riflessione per conoscere meglio il passato e poter comprendere i passi che l’uomo muove verso il futuro. E, ancora una volta, sarà proprio la cultura a illuminare la strada.

Vai al programma