ALFONSO MAURIZIO IACONO

Alfonso Maurizio Iacono è stato professore ordinario di Storia della filosofia all’Università di Pisa, dove continua l’attività di docente. Si è occupato e si occupa dei rapporti tra filosofia, storia e antropologia tra XVIII e XX secolo, interessandosi inoltre di epistemologia, in particolare del problema dell’osservatore, della questione della rappresentazione visiva dei concetti di sistema, autopoiesi e complessità.
Tra i suoi interessi e le sue attuali attività di ricerca si segnalano inoltre anche lavori nell’ambito della filosofia con i bambini e in quello degli studi cognitivi sull’illusione. Una parte importante del suo impegno di studioso e di ricercatore è costituita dal campo sull’idea dei mondi intermedi che ha trovato anche uno spazio di applicazione pratica e terapeutica nella riabilitazione neurocognitiva.
La sua bibliografia comprende una vastissima serie di pubblicazioni (in Italia e all’estero) di natura scientifica e culturale. Tra i suoi scritti si ricordano Il borghese e il selvaggio (1982), Le fètichisme. Histoire d’un concept (1992), Tra individui e cose (1995); Paura e meraviglia. Storie filosofiche del XVIII secolo (1998), Caminhos de Saida do Estado de Menoridade (2000), L’illusione e il sostituto (2010) e molti altri. Con Autonomia, potere, minorità (2000) ha vinto il premio “Pozzale-Luigi Russo” per la saggistica. Il suo ultimo testo, Socrate a cavallo di un manico di scopa, è attualmente in corso di stampa.